Benvenuto all’interno della sezione mulinelli da pesca.

Il mulinello, assieme alla canna da pesca, costituisce il simbolo della pesca moderna.
L’invenzione del mulinello, ha segnato quello che è il passaggio dalla canna fissa a tutte le diverse tecniche attualmente conosciute.
Questa invenzione è stata il vero punto di svolta che ha portato ad una continua e straordinaria evoluzione dei diversi metodi di pesca.
Nella pesca a spinning, considerata quella che provoca una maggiore usura di questo componente, è consigliato scegliere attentamente oggetti di una buona qualità, molto resistenti ed adeguati alle prede che si vogliono catturare.
Esistono sul mercato moltissimi tipi di mulinelli da pesca che sono indicati per le svariate esigenze e i differenti gusti personali del cliente.

Le caratteristiche di un mulinello:

La decisione di quale acquistare deve però basarsi analizzando quelle che sono le diverse caratteristiche degli stessi:
  1. La resistenza ad abrasione ed urti;
  2. Dimensioni della manovella;
  3. Velocità di recupero adeguato al tipo di pesca;
  4. Il peso limitato che però deve essere idoneo per bilanciare la canna;
  5. La robustezza della molla che è presente nell’archetto nei mulinelli a bobina fissa;
  6. La presenza di bobine di ricambio sul mercato;
  7. La presenza di frizione anteriore o posteriore.(modificato)
È inoltre importante non dimenticare mai di effettuare la giusta manutenzione al mulinello sciacquandolo in acqua salata dopo ogni battuta di pesca e fare un “check-up” annuale.

I diversi tipi di mulinelli sono:

  • Mulinello a bobina fissa: Si tratta del mulinello maggiormente diffuso grazie alla sua facilità di utilizzo. Uno dei vantaggi di questo tipo è costituito dal fatto che spesso viene venduto con delle bobine di ricambio, che permettono così di imbobinare diversi tipi di filo facendolo adattare a tutte le diverse tecniche di pesca. Tra gli svantaggi però c’è la torsione che si crea sui tipi di nylon di grande diametro a causa del tipo di avvolgimento e questo porta al costante cambio del filo durante una stagione di pesca.
  • Mulinello da pesca a bobina rotante: La particolarità di questi mulinelli è che la bobina ruota attorno al proprio asse e grazie a questo il filo subisce un numero limitato di torsioni ed i lanci che verranno effettuati risulteranno lunghi e precisi. Il problema che viene maggiormente individuato con questo modello è la formazione di parrucche durante i primi lanci. Si consiglia perciò questo mulinello quando c’è bisogno di forzare la preda e quando si deve confrontare con pesci molto combattivi.
  • Mulinello da traina: Questo tipo di mulinello non è in grado di effettuare lanci infatti la lenza viene gettata in acqua manualmente oppure lasciando libera la frizione. I mulinelli da traina sono inoltre progettati per riuscire a contenere grandi quantità di filo.

Visualizzazione di 8 risultati